By continuing to use this site, you agree to the use of cookies.

You can find out more by following this link. Learn more

I understand

TAS/CASa cura di Maria Letizia Bixio, Matilde Ratti, Cristiano Novazio

Titolo

La qualificazione di calciatore professionista.

Indicazione estremi del provvedimento annotato

Decisione del Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS), procedimento n. CAS 2016/A/4843 (Hamzeh Salameh & Nafit Mesan FC v. SAFA Sporting Club & FIFA) 24 Novembre 2017.

Massima

Il criterio decisivo per qualificare un giocatore come professionista è se il corrispettivo ricevuto sia superiore alle spese effettivamente sostenute dall’atleta. E’ irrilevante se il corrispettivo sia di molto o poco superiore alle spese in quanto la normativa FIFA non prevede un minimo salariare e, pertanto, un calciatore deve essere qualificato come professionista anche se accetta di offrire le proprie prestazioni per un misero stipendio.

Keywords

FIFA; calciatore professionista; salario; spese;

Norme di riferimento

 Article 2(2) Regulations on the status and transfer of players (RSTP):

“A professional is a player who has a written contract with a club and is paid more for his footballing activity than the expenses he effectively incurs (…)”.

Autore

Cristiano Novazio, Avvocato in Milano

 

 

Scarica qui il testo del provvedimento in PDF